Archivio Tag: partecipazione

Il programma di Giovanni Mantovani

foto giovanni programma

È dall’esigenza di avere risposte che nasce IdeAzioni: l’unione delle forze progressiste, democratiche, riformiste, civiche e ambientaliste. Risposte ai bisogni, alle passioni, ai sogni.

Abbiamo raccolto centinaia di contributi da parte di tutti voi, nelle passeggiate di quartiere, con i questionari cartacei e sul web, con i tavoli tematici aperti. È al termine di questo intenso cammino di partecipazione attiva che abbiamo iniziato a scrivere il nostro programma.

Che resta aperto. Come il finale in uno di quei film di cui non vedi l’ora che esca il seguito.

Perché la partecipazione è un cammino senza fine che porta con sé trasparenza e garantisce la possibilità di ricostruire una comunità in grado di comprendere le scelte che la politica fa.

Ed è lungo questo cammino senza fine che continueremo a raccogliere quei bisogni, all’apparenza personali ma in realtà collettivi: mai dimenticare che c’è sempre qualcuno che ha il nostro stesso problema. Compito delle istituzioni è risolverlo per tutti, non per l’uno o per l’altro.

A tal proposito vogliamo che siano chiare due cose.
Non ci saranno più possibilità per nessuno, se non ci saranno opportunità uguali per tutti.
E non ci saranno più i conflitti di interesse che la storia, passata e recente, ci ha raccontato.
Inizia un viaggio che guarda lontano, ben al di là dei nostri confini, ben al di là dei prossimi cinque anni.

Ecco il programma in versione integrale:

Programma–Mantovani

Incontro con i musicisti tiburtini

invito musicisti tivoli

In questo incontro parleremo insieme della quotidianità di chi vive, o cerca di vivere, di Musica a Tivoli.
Esigenze e prospettive future affinché la Musica sia accessibile a tutti e funzioni come strumento di risveglio e miglioramento sociale.

Vogliamo, come coalizione, promuovere la più ampia partecipazione possibile nella discussione, nella ricognizione dei bisogni e nella elaborazione di proposte. Sono perciò invitati tutti i musicisti, tutte le associazioni culturali e tutti i cittadini interessati.

Ci vediamo sabato 6 aprile alle ore 18, presso il Teatrino Comunale di Tivoli in via del Collegio, 6

Tavolo tematico della Cultura

invito tavolo tematico cultura

Vi invito al quarto tavolo tematico, che avrà luogo venerdì 5 aprile alle ore 18. Questa volta parleremo insieme della cultura e delle politiche culturali che una volta eletto sindaco porterò avanti.

Vogliamo, come coalizione, promuovere la più ampia partecipazione possibile nella discussione, nella ricognizione dei bisogni e nella elaborazione di proposte. Sono perciò invitati tutte le associazioni culturali e tutti i cittadini interessati.

Tivoli’s feeling good, è ora di stare bene

giovanni mantovani sindaco è ora

Cosa significa vivere in una città in cui si sta bene?

Una città è tante cose insieme: crocevia di contraddizioni, punto di incontro di popoli, culture, bisogni e saperi diversi, solitudini, frammentazioni.

Si sta bene in una città dove è possibile soddisfare i propri bisogni e dove bene comune e società civile, tra loro strettamente connessi, camminano insieme per rendere la città luogo di solidarietà concreta nei rapporti tra la comunità, condizione per lo sviluppo delle identità personali e collettive, incubatore di creatività e imprenditorialità e garanzia di libertà e giustizia sociale.

È ora di vivere in una città dove l’opinione di ciascuno è realmente importante nella costruzione del vivere associato, dove si viene ascoltati.
Si sta bene dove ciò che si condivide, si moltiplica.

È ora che questo stare bene si impadronisca di Tivoli per renderla davvero una città che risponde alle domande poste da chi abita e anima i suoi luoghi. Tivoli che diventa essa stessa la risposta alla domanda di benessere.

Sentirsi bene non è un qualcosa di dato e di immutabile ma nasce dalle prospettive, dalle idee e dalle azioni che donne e uomini compiono giornalmente prendendosi cura dell’ambiente in cui vivono e delle persone che lo abitano.

Se è vero che soltanto alla fine di un viaggio si può dire se si sia stati davvero felici in un giro di partita doppia tra gioie e dolori, è altrettanto vero che è nel cammino che si generano gioia e dolore, incanto e disincanto, speranza e delusione, giustizia e ingiustizia.
Vivere è camminare. E se da soli si va sicuramente più veloci è pur vero che non si arriva da nessuna parte.
Questa è la risposta alla domanda.

È ora per tutte e tutti di stare bene riscoprendo il senso più autentico di essere una comunità. Che parte insieme e torna insieme. Non lasciando indietro nessuno.

D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.
(I. Calvino, Le Città Invisibili)